Influencer marketing | Un mercato in costante crescita

Marketing di influenza: detta così suona come un una brutta febbre da cacciare, e forse è per questo che gli inglesismi dovrebbero restare tali. L’influencer marketing sta ottenendo nell’ultimo periodo una fetta sempre più grande di mercato, e non a caso le aziende se ne stanno accorgendo e stanno rivedendo le proprie azioni promozionali.

Si tratta di una forma di marketing basata su persone con influenza sui potenziali clienti. In realtà esiste dalla notte dei tempi: prima si chiamavano testimonial, oggi Influencer. Instagrammer, Youtuber, il web ha ampliato questo settore creando vere e proprie icone per settore, fasce d’età o interesse.

influencer marketing

 

MA OCCHIO ALLE FREGATURE!

Instagram nel 2017 ha chiuso siti e applicazioni che fornivano servizi a pagamento ad account individuali per l’acquisto di seguaci, mi piace, commenti e altro. A dispetto di queste chiusure, alcune applicazioni – come ad esempio FollowerLiker – continua a prosperare ignorando le azioni legali di Instagram. Capita così che alcune aziende, soprattutto quelle che si affacciano per la prima volta all’influencer marketing e non hanno tempo di andare oltre ai dati “di facciata”, si ritrovino a lavorare con dei finti influencer. La cosa importante è analizzare non tanto il numero di followers o like, quanto piuttosto il tasso di engagement.

Dall’inglese “coinvolgimento”, Engagement è un termine che indica il livello di coinvolgimento degli utenti rispetto a un contenuto. Importante è dunque affidarsi a Influencer che creino contenuti autentici, e la fase più delicata risulta proprio quella dove avviene la selezione iniziale. Per questo spesso è importante affidarsi a una web agency che conosce bene le dinamiche di tale mercato e possa proporre le giuste figure per promuovere al meglio un brand o i propri prodotti.

Noi di KOM, abbiamo un’esperienza nella selezione di Influencer  – attentamente selezionati per la qualità dei contenuti e il livello d’engagement – per permetterti di raggiungere un pubblico preciso e mirato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri la Preanalisi: il primo passo per capire se il metodo Adam può essere utile nella tua realtà.