Strategie Aziendali (sul campo) in tempo di Covid Cuoieria | LE NOSTRE TRE DOMANDE A…

Altre Strategie Aziendali (sul campo) in tempo di Covid | Le nostre tre domande a…

Niccolò è fondatore e general manager dell’e-commerce cuoieriashop.com specializzato nel settore borse e accessori. Un giovane imprenditore con una visione che è sempre un po’ oltre la linea dell’orizzonte. Centinaia di spedizioni giornaliere in tutta Europa di “must have fashion brand” quali Alviero Martini, Piquadro, Whynot, The Bridge…

Con lui e per lui abbiamo realizzato l’e-commerce che si è classificato “Top Shop” in Italia nella categoria accessori.

1. Niccolò come stai?

Bene grazie! Viviamo un momento difficile che resterà sui libri di storia, dobbiamo fare tutti la nostra parte nel rispetto delle regole salvaguardando la nostra salute e quella delle persone che ci stanno vicine…diciamo che mi sto quasi abituando a questa quarantena.

2. Come stai affrontando questo periodo così particolare? Ci sono delle strategie che hai posto in essere per far fronte allo stop forzato di parte della tua attività?

Il periodo è molto difficile e soprattutto non c’è modo di pianificare una strada a livello aziendale in quanto ogni settimana ci sono novità e nuove regole. Viviamo alla giornata sperando di tornare il prima possibile alla normalità.
Come prima cosa abbiamo messo in sicurezza tutti i reparti dell’azienda, l’assistenza clienti lavora quasi esclusivamente in smart working, il reparto spedizioni è composto da due persone che lavorano a distanza di oltre 4 metri con mascherina e guanti igienizzando continuamente strumenti e piani di lavoro.
Per quanto riguarda i negozi, purtroppo sono chiusi ma nel momento in cui l’emergenza finirà vi stupiremo con bellissime novità!
Il sito cuoieriashop ha scelto una linea soft ed emozionale, come prima cosa abbiamo inserito la spedizione gratuita per tutti gli ordini, abbiamo deciso di pubblicizzare il meno possibile sconti o saldi, in quanto non ci sembrava il momento di “martellare” i clienti con campagne di scontistica.
Stiamo cercando di dare un segnale di vicinanza ai nostri clienti, proviamo a trasmettere sicurezza e tranquillità scrivendo su tutti i pacchi #andràtuttobene. Le newsletter hanno come tema principale l’importanza di stare a casa, agevoliamo i clienti con pacchi regalo, chiudiamo il pacco e prepariamo il biglietto di Auguri…cerchiamo di offrire un servizio completo per regalare un sorriso in un momento così difficile.
Abbiamo donato il 5% del fatturato della settimana prima di Pasqua alla Protezione Civile raddoppiando di tasca nostra la cifra raccolta perché crediamo che in un momento così chi ha la fortuna di lavorare debba fare qualcosa per il proprio paese.

3. Cosa immagina e cosa spera per la Sua azienda nel momento in cui le attività potranno ripartire a pieno regime? State già elaborando nuove strategie per affrontare il futuro?

Spero che questo momento arrivi il prima possibile, soprattutto per la salute delle persone. Da parte nostra saremo prontissimi a ripartire.

Purtroppo questa pandemia oltre a fare tantissime vittime a livello di salute farà tante “vittime” a livello economico, dobbiamo farci trovare pronti e collaborare con le aziende che lavorano con noi per ripartire nel migliore dei modi. Abbiamo un piano di ripartenza che metterà a dura prova la parte economica dell’azienda; investimenti importanti per migliorare ulteriormente il servizio ai clienti, il lancio del nostro marchio per quanto riguarda la pelletteria Made in Italy e tante altre cose che scoprirete strada facendo.

Collaboriamo con un gruppo fantastico di persone che propone continuamente idee nuove e progetti per aumentare il fatturato dell’azienda, sono sicuro che se continueremo a lavorare uniti e con la voglia che fino ad oggi ha portato questi risultati usciremo ancora più forti da questo momento difficile!

Tutta la KOM vi fa un enorme in bocca al lupo e vi ricorda che #NoiCiSiamo e #SiamoConVoi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri la Preanalisi: il primo passo per capire se il metodo Adam può essere utile nella tua realtà.